logo

Usa gli archetipi per comunicare il tuo brand

18/01/2019
Luca Volpi
0 comments

Molto spesso le agenzie di comunicazione sono come dei megafoni: semplicemente, prendono quello che un’azienda ha già e lo amplificano, cercando di raggiungere il maggior numero possibile di persone, nella speranza che prima o poi qualcuno si interessi.

Ma se tu fossi uno sciatore, saresti interessato a ricevere messaggi che parlano di una tavola da surf? Ancora peggio, se tu volessi andare a sciare con i tuoi bambini piccoli, ti interesserebbe un messaggio che parla di come gli sci possano farti vivere un’esperienza rischiosa e adrenalinica?

Certamente no: quel messaggio e ciò che comunica non è adatto a ciò che cerchi.

Prima di iniziare a comunicare, bisogna stabilire cosa si vuole comunicare e come si vuole farlo. Ecco perché impostiamo sempre una strategia prima di ogni progetto.

Altrimenti si finirà per essere l’azienda che offre attrezzatura per il fuoripista al genitore che vuole insegnare al figlio di 5 anni a sciare.

Ok, perfetto, ma come creare una comunicazione coerente con ciò che si vuole vendere?

Noi ci facciamo aiutare dalla teoria degli archetipi.

Che cos’è il branding archetipico?

Gli archetipi sono strutture mentali che secondo le teorie dello psicologo Carl Gustav Jung sono presenti in tutta l’umanità.

L’insieme di questi simboli forma l’inconscio collettivo, comune a ogni cultura in ogni tempo, e si esprime anche nei miti e nelle favole di ogni epoca. Ciò significa che ogni persona può comprenderli perché attivano meccanismi mentali atavici.

Ecco perché gli archetipi possono essere utilissimi per la buona diffusione di un brand: aiutano a veicolare un messaggio che colpisce subito il cliente, perché in realtà lo conosce già.

Gli archetipi sono stati divisi in 12 figure:

  • L’Innocente
  • L’Esploratore
  • Il Saggio
  • L’Eroe
  • Il Ribelle
  • Il Mago
  • L’Uomo Comune
  • L’Amante
  • Il Burlone
  • L’Angelo Custode
  • Il Creatore
  • Il Sovrano

Il branding archetipico associa uno di questi personaggi a una marca per ottenere una comunicazione più coesa, definita e coinvolgente. Ogni archetipo infatti ha determinate caratteristiche, desideri e atteggiamenti che lo distinguono dagli altri.

Quante volte hai visto un’azienda comunicare messaggi contraddittori, riferendosi talvolta a certi valori e talvolta ad altri? Queste aziende vorrebbero il maggior numero di clienti possibile, senza capire che la cosa più importante è avere i clienti giusti.

Può sembrare limitante restringere la propria comunicazione solo su messaggi con una certa logica, ma in realtà è il modo migliore per essere identificati chiaramente.

Ecco cosa conta: avere un’identità riconoscibile, e scegliere un archetipo guida può aiutare a farlo, evocando nel cliente un simbolo che è già presente nella sua mente.

Facciamo un esempio.

Un’azienda che produce cioccolatini deve scegliere qual è l’archetipo che la rappresenta. È un’ Amante, perché vuole collegare ai suoi dolci l’idea di un’esperienza sensuale che dà piacere? Oppure è un’ Innocente, perché con i suoi cioccolatini vuole trasmettere un’idea di purezza e semplicità?

Pensa alla differenza tra Ferrero Rocher e Kinder e capirai come la questione cambia totalmente.

In base a come l’azienda vuole porsi sul mercato, c’è un archetipo da scegliere.

Per questo prima di tutto noi di Clever facciamo un’analisi strategica per individuare i valori e i bisogni di un’azienda.

L’importanza dei valori

Ma, se gli archetipi sono solo 12 e i brand centinaia di migliaia, significa che tutti i brand che si identificheranno nell’archetipo del Ribelle diranno le stesse cose?

Ovviamente no; ancora una volta, bisogna rifarsi ai valori dell’azienda.

I valori non sono semplicemente le solite frasi che si sentono dire da tutti: qualità, efficienza, affidabilità, ecc. ecc. I valori sono il significato più profondo di un brand, ciò che ha spinto i fondatori a crearlo e ciò che guida i suoi membri.

Sono quell’insieme di idee e modi di vedere il mondo che rendono viva un’azienda. Sono ciò che coinvolge le persone, che le fa emozionare.

Nel corso della nostra attività, ci siamo accorti che, mentre le caratteristiche superficiali erano simili per tutte le aziende (“i nostri prodotti sono della massima qualità”, “siamo esperti nel settore”, ecc. ecc.), i valori più profondi, dopo un’analisi accurata, erano sempre unici.

L’archetipo è la linea guida, ma sono i valori che contribuiscono a dare il tono distintivo, lo stile personale al brand.

Riprendendo l’esempio dei cioccolatini, il brand che sceglie l’archetipo dell’Amante può essere più o meno accattivante, puntare su un amore più tranquillo e coniugale, o più trasgressivo e passionale, può avere un tono leggero oppure serio, ecc. ecc.

Per questo il nostro marketing, prima ancora che essere archetipico, è VALORIALE: perché senza i valori in realtà non si ha nulla da comunicare.

Se sei interessato al nostro approccio nel fare brand, contattaci per sapere di più sull’analisi dei valori e dell’archetipo!

About the author
Luca Volpi
Lascia un commento
Commenti utenti...

Potrebbero interessarti anche
Immagine anteprima post
26/03/2018
Claudia Prosperi
0 comments
Immagine anteprima post
19/01/2018
Enzo Volpi
0 comments
Intrattieni ed emoziona i tuoi clienti Con la giusta strategia di marketing e comunicazione