logo
L’arte del pensare differente
29/08/2015
Enzo Volpi
0 comments

Se non vuoi soccombere devi smettere di pensare Migliore e incominciare a pensare differente.

Come se d’incanto piovesse manna e all’orizzonte si profilasse un cielo color porpora e un’armata di cavalieri tornati dall’oltretomba dirompesse urlante nelle nostre città seminando il terrore. Urla disperazione, terrore da ogni parte ma improvvisamente un armadillo giallo cavalcato da una bimba bionda che interrompe l’incantesimo soffiando in un girasole colorato…

Lo so, lo so,  stai pensando che mi sono bevuto il cervello. O che sono sotto l’influenza di qualche sostanza psicotropa. Al tuo posto farei lo stesso…
Lasciami esprimere un pensiero che parte largo ma che poi potrebbe arrivare dove ti può servire pure a_tte.

Se come me, sei immerso in un flusso di pensieri costanti, determinati dagli impegni, dal lavora, dalle relazioni familiari, non hai il tempo che vorresti, sei un po’ in affanno, sovraccarico di informazioni, immagini, opportunità e cose da fare, allora sei dei “nostri”…

Si insomma i nostri, quelli che vivono in questo pazzo momento storico in un mondo che va più veloce di quel che possiamo permetterci (ma poi mi spieghi chi cavolo è che spinge sull’acceleratore se tutti ci lamentiamo che vorremmo andare più lentamente?).

Dopo questo giostra turbinosa e colorita di parole, prendiamoci un attimo di pausa: 1,2, 3…respiro profondo, …fuori l’aria…silenzio!
Ok, meglio.

Il tema di cui voglio parlarti oggi è pensare differente, per farti percepire come uno specialista dal tuo pubblico.
Quante volte hai sentito questa frase?
Se sei un imprenditore e ogni tanto vaghi per il web in cerca di spunti e ti capita di incappare in siti di chi si occupa di marketing, probabilmente non ti è nuova.
Eppure per me che mi occupo di aiutare le aziende a realizzare determinati scopi di marketing, ovvero promuovere per vendere di più, ti garantisco che rappresenta la pietra miliare di ogni strategia di mercato.

Il tema di fondo è che è davvero complesso trovare una vera differenza oggi. Le opportunità sono talmente abbondanti che tutto sta diventando una commodity.
Cosa significa?

La concorrenza è tale che per contendersi l’osso ci azzanniamo a colpi di ribassi, servizi sempre più ampi, sistemi di pagamento sofisticati, sconti… – produrre oggi è diventato l’ultimo dei problemi, è poco costoso – c’è una super offerta che manda i prezzi giù, ovviamente rosicchiando i guadagni e lasciando molti imprenditori nelle sacche del: “e mo per che lo faccio?”, Ne vale la pena?

Tutto diventa scontato, dovuto direi, insomma molto ruota attorno al prezzo e così muore il valore.

E potremmo essere indotti a pensare che in un periodo di scarsità come quello attuale è la via obbligata. No, no, no! Niente di tutto ciò.

Non lo dico io , lo dice la storia. Nei periodi difficili si produce molto di più, in termini di idee, di innovazione, di avanzamento ed opportunità, di tutti i periodi di “pace” che seguono o precedono. Un esempio per tutti il rinascimento ch,e ha prodotto tutta la sua genialità in un lasso di tempo di circa 30 anni, quello seguito a guerre e carestie, che non nei precedenti 500.

Ma bando alle ciance e vediamo cosa possiamo fare noi per apparire diversi dalla concorrenza.

Innanzitutto cosa significa differente?

Vuol dire qualcosa che sai fare bene, di chirurgicamente  specifico, che può essere utile per il pubblico a cui ti rivolgi.

Esempio, se fai energie rinnovabili e trovi che c’è il bisogno di riscaldare con il sole, allora puoi cominciare a specializzarti in riscaldamento fotovoltaico. Non fai più solo impianti, ma riscaldi…

Se poi potessi aggiungere una garanzie di risparmio. Saresti l’unico a riscaldare con il sole in modo garantito… e se potessi aggiungere in regalo un accumulatore, saresti il solo a riscaldare con il sole, garantire il risultato e “accumulare” il riscaldamento per la notte.
…insomma al di la delle imprecisioni tecniche, l’idea ti è arrivata.

  1. Domandati chi è il tuo cliente, cosa lo preoccupa, cosa gli fa venire il mal di stomaco, perché è insonne?
    Cosa lo tormenta?
  2. In che modo, diverso dai concorrenti puoi risolvere il suo problema, ciò che lo affligge, tormenta, addolora, angoscia, affanna?
  3. Qual’è il momento migliore, quello in cui si manifesta il desiderio della TUA differenza? C’è un momento specifico? Riesci ad individuarlo?

La differenza sta nelle parole che utilizzi. Le quali vanno a “guarire” un aspetto specifico della vita delle persone, rendendola

  • migliore,
  • più facile.
  • più serena.

Per tornare all’esordio da “Guerra dei mondi” delle prime righe. Per pensare differente devi per prima cosa distogliere la mente dai meccanismi di pensiero quotidiani, Cominciare a immaginare…
Esci dal flusso di idee incatenanti in cui sei immerso, che ti fa pensare e dire che non c’è altro modo, che non è possibile, che non vale la pena.

Ipotizza scenari alternativi, anche inverosimili, fino ad arrivare a qualcosa di più vicino alle realtà. Di concreto, palpabile, definito, determinato utilizzabile da tutti, in modo facile, pronto, immediato.
Scopri in cosa consiste la dichiarazione d’intenti del tuo marketing, oppure contattami personalmente.

I tuoi clienti te ne saranno immensamente grati, le tue vendite miglioreranno e questa cosa comincerà a piacerti. Parola!

Alla prossima
Enzo

firma enzo nera

 

 

 

 

About the author

Marketer, autore e formatore. Aiuto le aziende a migliorare i profitti e accrescere i ricavi attraverso sistemi di marketing automatico e sistemi di vendita pronti. Sono in cammino con te verso il successo.

Enzo Volpi
Lascia un commento
Commenti utenti...

Potrebbero interessarti anche
Immagine anteprima post
14/06/2018
Stefania Boschini
0 comments
Immagine anteprima post
21/07/2017
Enzo Volpi
0 comments
Intrattieni ed emoziona i tuoi clienti Con la giusta strategia di marketing e comunicazione