logo
Email marketing, newsletter: funzionano ancora? Dipende dalla tua strategia marketing
14/01/2017
Enzo Volpi
0 comments

Email marketing e newsletter sono ormai strumenti superati?

Sei un imprenditore e possiedi un business (o stai per avviarne uno).
Hai un sito e anche un blog.
Condividi sui social e vuoi iniziare a mandare anche la newsletter.
…insomma vuoi piazzarti online e fare una buona strategia di marketing!

La domanda che ti stai ponendo è d’obbligo.

Io sono qui per rassicurarti:

L’email marketing funziona ancora! Dipende dalla strategia che usi.


Ecco riassunte per te le differenze principali tra email e newsletter e i miei consigli su come usarle.

Email 



L’email-marketing è un modo di comunicare, persuadere e vendere tramite posta elettronica.

Ti serve per incentivare i tuoi clienti all’acquisto di un tuo prodotto o servizio. Quindi ha lo scopo di aumentare il tuo fatturato.

Ecco le principali caratteristiche principali di un buon email-marketing:

  • è una comunicazione che invoglia i destinatari con promozioni, coupon e sconti.
  • il target è definito e scelto con attenzione sulla base del contenuto dell’email. Ad esempio se vendi scarpe devi inviare email con gli sconti sulle scarpe maschili solo agli uomini.
  • viene utilizzata per i clienti già acquisiti, che già conoscono i tuoi prodotti e i tuoi servizi.
  • il contenuto dell’email è un argomento o un’informazione esclusiva. Può essere una particolare promozione, una data da memorizzare (#SaveTheDate) o un invito ad un evento. Un messaggio di benvenuto per i nuovi iscritti alla mailinglist o di conferma di un acquisto. L’e-mail marketing è utile per fornire informazioni tempestive, come ad esempio nel caso di una promozione o di uno sconto su determinati prodotti.

Bene, ora devi trasformare l’email in un mezzo efficace per vendere.

Ecco i consigli per creare una buona strategia marketing con le email.

  1. Innanzitutto, ricordati che non è necessario avere una lista infinita di contatti. Non è la quantità di email che fa la differenza ma la QUALITÀ dei contenuti che produci.

  2. Fondamentale invece è personalizzare l’email in base al destinatario. Aggiungi il suo nome all’inizio di ogni testo. I clienti NON sono tutti uguali! Devono sentire che stai scrivendo proprio a loro. Devi coinvolgerli e renderli partecipi in modo personale.

  3. Anche il numero stesso di email che mandi sarà diverso da cliente a cliente.

  4. Per i clienti che si iscrivono alla tua mailinglist per la prima volta, scrivi una Amazing mail; cioè un’email che entusiasma, che affascina e che fa innamorare a prima vista il cliente del tuo business. Per farlo scrivi come persona e parlare “da persona a persona”, non come un venditore al suo cliente.

  5. Non fermarti però a questa singola e-mail! Mandane altre che informino meglio il nuovo arrivato su come funziona il tuo business.

  6. Decidi con anticipo promozioni e sconti che vuoi offrire ai tuoi clienti (per questo è molto importante redigere un piano marketing per l'intera durata dell'anno).

  7. Pensa ad un messaggio chiaro e stimolante che riesca a creare un senso di urgenza. L’email deve essere una call to action che spinge il tuo cliente all’azione.

  8. Aggiungi al messaggio un’immagine significativa che rappresenti bene te, la tua azienda o i tuoi prodotti.

 

Qui trovi altri consigli su come migliorare l’oggetto delle tue email 

 


Newsletter 

 

La newsletter ha un duplice scopo: ti permette di informare i tuoi clienti e accresce il tuo legame con loro.

  • La newsletter è un messaggio periodico, mandato quindi con regolarità (di solito una volta al mese - all’inizio o alla fine).
  • il messaggio che trasmette la newsletter ha la funzione di promuovere i prodotti e i servizi che offri ma sopratutto di stimolare l’interesse del cliente verso quello che fai e produci.
  • La newsletter informa, intrattiene, diverte e aiuta a cerare un legame tra te e i tuoi clienti.
  • Il testo della newsletter deve incentivare il cliente ad approfondire i contenuti del tuo sito attraverso dei link alle tue pagine. In questo modo puoi aumentare il traffico sul sito web.
  • Infine la newsletter può trasformare dei potenziali clienti in clienti effettivi e fidelizzare i clienti che già possiedi

Ecco come personalizzare con successo una newsletter:

  1. Anche in questo caso devi definire in anticipo un piano editoriale. Devi già sapere cosa vuoi pubblicare, su cosa vuoi investire, che promozioni fare. Poi ovviamente devi rispettarlo. Se fai delle aggiunte all’ultimo dovrai mandarle via email.

  2. Ti consiglio di definire un layout standard del messaggio e uno stesso font da usare ogni volta. Quello che cambierà sarà solo il contenuto. In questo modo aumenti la percezione di continuità nel tuo cliente. Ricordati di inserire anche qui il nome del tuo cliente all’inizio del messaggio.

    Prendi pure spunto da qui

  3. Abbiamo detto prima che la newsletter ti aiuta a cerare un legame tra te e i tuoi clienti. Quindi usala per raccontare la tua storia! Fatti conoscere dai tuoi clienti rinforza il legame che sentono con te. Devi trasmettere fiducia e autorevolezza e inizieranno ad attribuirti maggiore valore. Quello che dirai sarà preso sempre più in considerazione e farà la differenza tra te e i tuoi competitor.

  4. La newsletter deve essere prima di tutto pubblicizzata sul sito. Devi creare un bottone, o usare un link, che permetta all’interessato di iscriversi. Nell’atto dell’iscrizione ti fornirà nome, cognome, età, sesso, paese - e tutti dati che ritieni necessari - ma soprattutto la sua email. In questo modo inizi a creare - o aumentare - il tuo database e potrai inoltre creare liste specifiche per le email.

  5. La registrazione è gratuita ma questo non sempre basta per convincere gli utenti che atterrano sul tuo sito a iscriversi.

    Devi diventare attraente e allettante ai loro occhi e per farlo potresti regalare qualcosa in cambio, ad esempio: un e-book, un video, un mini-corso, uno sconto.

    Vedi tu!

  6. Infine ricordati di rendere semplice per l’utente la cancellazione dalla newsletter. Non puoi costringere le persone a seguirti se non ne hanno più voglia. E, in ogni caso, non significa che non acquisteranno più da te.


Per concludere…

…usa un autorisponditore.

«L’autorisponditore è un sistema automatico di risposta tramite email

Quello che devi fare è scrivere email e newsletter, preparare delle liste di contatti, decidere data e ora di spedizione e la loro frequenza. L’autorisponditore farà il resto al tuo posto. In questo modo puoi concentrarti su altri aspetti del tuo business.

L’autorisponditore è importante anche perché ti dà accesso alle statistiche. Queso significa che puoi conoscere il numero dei tuoi iscritti, le email inviate, quelle aperte, i link cliccati. In questo modo hai dati importanti sull’andamento tua attività.

Se vuoi approfondire l’argomento ecco 10 regole da seguire nell’email marketing 

 

E ricorda: L’email Marketing funziona ancora?

La mia risposta è:

Assolutamente Sì! Dipende dall’uso che ne fai. Se sei bravo può rivelarsi un valido asso nella tua manica!

About the author

Marketer, autore e formatore. Aiuto le aziende a migliorare i profitti e accrescere i ricavi attraverso sistemi di marketing automatico e sistemi di vendita pronti. Sono in cammino con te verso il successo.

Enzo Volpi
Lascia un commento
Commenti utenti...

Potrebbero interessarti anche
Immagine anteprima post
27/05/2016
Enzo Volpi
0 comments
Immagine anteprima post
26/05/2016
Enzo Volpi
0 comments
Intrattieni ed emoziona i tuoi clienti Con la giusta strategia di marketing e comunicazione