logo
Email marketing – Come ridurre il tasso di cancellazione?
15/12/2014
Enzo Volpi
0 comments

A tutti noi capita che alcuni utenti si cancellino dalle nostre liste e non vogliano più ricevere le nostre newsletter, succede anche ai migliori di avere un certo tasso di cancellazione!

Forse è a causa di un cambiamento di strategia, forse è a causa di una mancanza di contenuti pertinenti, forse non erano destinati ad iscriversi alla tua newsletter …

Oppure non è per questo? A volte i tuoi iscritti perdono interesse per quello che hai da offrire, ma non sempre è per la qualità del tuo lavoro. Hanno solo bisogno di ricordare perché le tue offerte sono così preziose, e perché la sottoscrizione alle tue email o blog può avere un impatto positivo sulla loro attività.

Ecco dove la pagina unsubscribe entra in scena. Questa piccola pagina sarà l’ultima cosa che il tuo abbonato vede della tua azienda, o il primo passo per un rapporto rinvigorito.

Tuffiamoci a imparare come impostare una buona pagina unsubscribe.

In primo luogo, è necessario capire la ragione per cui i visitatori stanno sbarcando in questa pagina.

Ricorda che non si dovrebbe mai:

Nascondere o rendere poco visibili i pulsanti unsubscribe
Costringere un utente che si vuole cancellare a compilare i campi obbligatori
Richiedere login o password a un utente che si vuole cancellare
Indurre gli utenti a ri-sottoscrizione
L’autenticità e la sincerita sono una delle principali cause di marketing inbound. Ma coinvolgere i tuoi utenti disiscritti in modo onesto può andare oltre quanto si pensi.

A questo punto, ti starai chiedendo:

«Come faccio a convincerli a restare se hanno già deciso di andarsene?”

Uno dei migliori modi per legare con il pubblico è attraverso l’UMORISMO. Alcune delle pagine unsubscribe migliori sono state realizzate per ottenere una risatina dai loro spettatori. Ma questo non funziona per ogni azienda o organizzazione.

Farli sentire male per annullare la sottoscrizione può essere divertente, a patto che non si superi una linea. E questa linea è: permettere loro di annullare l’iscrizione. Alla fine, indipendentemente dal motivo, se vogliono andarsene, dovrebbero essere in grado di farlo senza troppi problemi.

Ma anche DARE LORO UN MOTIVO PER RIMANERE. Ricorda loro tutti i contenuti meravigliosi che fornisci. Dai loro alcuni dei tuoi migliori eBook o offerte gratuitamente. Regala un buono sconto di una volta su un prodotto o servizio che possono utilizzare (con qualche “tempo limitato”). Anche permettendo loro di mettere in pausa il loro abbonamento, se ritieni che può aiutare la situazione. Hai solo bisogno di testare diverse variabili per vedere che cosa funziona meglio con il tuo pubblico.

Quali sono alcune tattiche per contribuire a ridurre il tasso di cancellazione?

1) chiedere loro perché e cosa avrebbero voluto vedere
Chiedere sempre il loro feedback. Chiedi loro perché si stanno cancellando e rendi più facile per loro la possibilità di esprimere i loro pensieri sul tuo sito web. Un sacco di pagine unsubscribe dispongono di un piccolo elenco a scelta multipla di vari motivi per cui potrebbero aver lasciato, ma dai anche loro la possibilità di esprimere la propria opinione con un campo aperto.

La cosa più importante: non ignorare le valutazioni che stai ricevendo. Potrebbe non sembrare un grosso problema ora, ma con queste informazioni si potrebbe evitare un mucchio di cancellazioni, se si può stroncare un problema sul nascere prima che diventi più grande.

2) un’offerta personalizzata
Solo perché un abbonato vorrebbe vedere di meno le tue email non significa che voglia tagliare completamente i legami. Un sacco di volte gli utenti stanno cercando di cambiare la frequenza o il tipo di contenuto che ricevono da te (a seconda del processo di sottoscrizione).

Dai loro la possibilità di fare anche questo. Se sei in grado di andargli incontro potrebbero decidere di restare più a lungo. Leggi di più qui.

3) umanizzare il tuo marchio e la pagina unsubscribe
Mandare il tuo abbonato a una pagina vuota con un unico link per annullare l’iscrizione non è esattamente il modo migliore per lasciare il tuo visitatore e farglisapere che è importante per te. L’obiettivo è quello di evocare una risposta emotiva che risuona con il pubblico, utilizzando sia l’umorismo che la tristezza per cercare di convincere i clienti a tornare.

4) personalizzare la tua pagina Unsubscribe
Un altro modo per avere un impatto sul tuo tasso di cancellazione è attraverso l’uso di campi intelligenti che danno alla pagina un aspetto personalizzato in base al tipo di accesso dell’utente.

Cosa ne pensi? Ci sono innumerevoli modi per ottimizzare la tua pagina unsubscribe per ottenere risultati migliori. Quali sono le tue strategie preferite o approcci per la tua pagina unsubscribe? Humor? Tristezza? Incentivi? Facci sapere qui sotto! Lascia un commento!

About the author

Marketer, autore e formatore. Aiuto le aziende a migliorare i profitti e accrescere i ricavi attraverso sistemi di marketing automatico e sistemi di vendita pronti. Sono in cammino con te verso il successo.

Enzo Volpi
Lascia un commento
Commenti utenti...

Potrebbero interessarti anche
Immagine anteprima post
Immagine anteprima post
27/05/2016
Enzo Volpi
0 comments
Intrattieni ed emoziona i tuoi clienti Con la giusta strategia di marketing e comunicazione